Cerca nel blog

venerdì 29 giugno 2012

Impacco pre-shampo con olio di cocco Akamuti

Un pomeriggio tutto per me... non vedevo l'ora di coccolare un pò la mia chioma e di usare di nuovo l'olio di cocco della Akamuti. Viste le temperature "africane" il mio olio è completamente sciolto . Oggi la fantasia mi porta ad usare :
-hennè neutro,
-miele,
-gel d'aloe,
-olio di cocco.
L'hennè neutro, come saprete, non colora i capelli ma li rinforza, ha un potere ristrutturante. Il miele e l'aloe li nutrono . infine il mio adorato olio di cocco li idrata.
Le quantità:
- 2  cucchiai di hennè,
- 2 cucchiai di miele,
-2 cucchiai di gel d'aloe,
- 1 cucchiaio di olio di cocco.
L'impacco lo applico sui capelli umidi , perchè gli oli non si applicano sui capelli bagnmati, e tengo in posa per un' oretta. Infine shampo e balsamo... e voilà.... profumo di cocco e morbidezza a gogò.

giovedì 28 giugno 2012

Erbe lavanti della Khadì : opinioni

Dopo aver utilizzato la Polvere detergente alle erbe per capelli, della Khadì, mi sembra il caso di fare un piccolo riassunto della mia esperienza. Ho utilizzato questa polvere tutte le settimane per un mese. La confezione contiene 150 gr e sono stati sufficienti, nel mio caso, per 4 lavaggi.La prima volta il panico.Pensavo di aver fatto un acquisto sbagliato e che non sarei mai riuscita a lavare i capelli con della terra. E invece, dopo l'inizio un pò incerto (ho sbagliato consistenza aggiungendo poca acqua ) oggi posso dirvi che le adoro e le preferisco allo shampo. Come primo consiglio la consistenza. dev'essere fluida ma non liquida e senza grumi, per permettervi di stendere il prodotto su cute e lunghezze. Dovete massaggiare a lungo, perchè il massaggio fà bene al cuoio e perchè effettuerete un piccolo scrub, benefico per la cute. Non pettinate i capelli prima del risciacquo, sono aggrovigliati e li spezzereste. Sciacquate a lungo. i residui di  polvere vengono via, non temete. ci vuole solo un pò di tempo . Ma i benefici saranno molti :
-capelli puliti e freschi,
-più corposi, quasi fossero di più,
-morbidi e pettinabili,
-lucidi,
-gestibili.
E se come me soffrite di dermatite e prurito questi fastidi si attenueranno.
Per me sono state una scoperta e ve le consiglio di cuore.<a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

Balsamo per cuticole perfette.

Di questo prodotto io sono letterlamente innamorata!!! L'ho acquistato sul sito http://www.ecco-verde.it/ , si chiama cuticle care balm della Badger , sono 21 gr e costa 5,99 euro.
Un portento. Da non crederci. Le sue finalità?
  • Calma e ripara le cuticole
  • Protegge e nutre
  • Dal buon profumo di oli essenziali.
  •  Contiene burro di Karité ed estratto di olivello spinoso, oltre che oli essenziali di geranio, mandarino, citronella e zenzero, che donano una piacevole fragranza una volta applicato. Il Cuticle Care Balm ripara e lenisce le cuticole secche e danneggiate. Così dicono ....
    Quello che promette mantiene. E ve lo dice una che lotta con le cuticole secche e screpolate da 30 anni. Penso di aver provato ogni prodotto esistente sul mercato per risolvere questo mio problema. Perchè anche le unghie più belle e curate sono orribili se il loro contorno è inguardabile. Questo il prodotto, che uso ormai da due settimane, la sera, prima di andare a letto.
    Ha la consistenza di un burro, ne basta davvero poco. Dopo averlo prelevato lo massaggio sulle cuticole e sulle unghie e aspetto che si assorba. L'odore è buonissimo. E il problema della secchezza scompare, lasciando il contorno dell'unghia morbido . Ed io penso che nutra anche le mie unghiette. Provatelo!<a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    Crema alla salvia Martina Gebhardt

    Il mio interesse per i prodotti naturali cresce di giorno in giorno , anche se ho imparato che il segreto è provare, sperimentare, perchè quello che và bene a me non è detto possa piacere anche a voi. E la cosa più importante, quando si usano prodotti eco-bio, ma in realtà sarebbe una cosa da fare sempre, è ascoltare il nostro corpo e i messaggi che ci manda. Perchè solo confrontandoci con lui potremo trovare le soluzioni più adatte a noi stessi.
    Ho sentito parlare su internet molto bene dei prodotti della Martina Gebhardt:  ricchi , nutrienti, adatti alle diverse esigenze della pelle. Ho deciso di fare un tentativo...Solo un tentativo perchè la pelle del mio viso è particolarmente sensibile.L'acquisto di una crema è per me sempre un terno al lotto. Raramente non mi ritrovo, dopo poche applicazioni, con il viso ricoperto da bolle. Quest'inverno, per esempio, ho avuto uno sfogo di acne, io che non ho mai sofferto di brufoli, che ho curato con l'uso di prodotti da farmacia, appositamente pensati per pelli sensibili. Per fortuna sul sito http://www.eccoverde.it/ è possibile acquistare anche un piccolo formato da 15 ml , ed io , tra le tante proposte, ho scelto la crema alla salvia, per pelli impure. Sul sito c'è scritto che la crema ha un effetto purificante ed astringente e che regola la produzione di grasso e di sebo . Mi sembrava adatta a me. Purtroppo non è stato così .
    L'odore è molto forte, passatemi il temine, lo definirei "erboso". Si sente che è una crema ricca, ha una consistenza densa, và massaggiata bene per essere asorbita e la pelle rimane lucida a lungo. Personalmente ritengo sia più adatta per l'inverno, che non per l'estate. Ma avrei comunque continuato ad utilizzarla solo la sera, se la mia pelle non mi avesse inviato un chiaro messaggio. Due bei brufoli sulla fronte, dove penso di non averne avuti mai. Segnale inequivocabile... Peccato. Ero già pronta a sperimentare altre creme di questo marchio. Bè, non vi resta che provare anche voi e vedere come reagisce la vostra pelle. Io finirò il barattolino utilizzandolo come crema mani... perchè ogni prodotto può essere utilizzato in altro modo. Non si butta via nulla. A presto. <a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    Base sbiancante anti- giallo per unghie

    Tempo fà, su youtube, ho visto un video di una ragazza che indossava uno smalto bellissimo, un bianco leggero con delle iridescenze azzurre molto particolari. Lo smalto era la base sbiancante anti giallo della Pupa, un trattamento adatto ad unghie ingiallite, per coprire il difetto e correggerlo nel tempo. Se si fuma o si indossano spesso smalti colorati infatti può capitare che il colore dell'unghia cambi, tendendo appunto al giallo. Le perlescenze sull'azzurro presenti in queste tipologie di prodotto aiutano a mascherare il giallo dell'unghia,rendendola molto luminosa. Personalmente non ho questo problema perchè non uso smalti colorati, se non di rado e sempre con una base sotto, non fumo e le mie unghie non sono molto pigmentate.
    Ma mi era piaciuto l'effetto che questo smalto dava alle mani della ragazza del video. Non trovandolo ( abito in un piccolo centro e la mia Sephora più vicina è a 60 km ) ho acquistato quello della Rimmel, il Whitener, sperando desse lo stesso effetto. Anche questo infatti è un prodotto che sbianca istantaneamente il colore dell'unghia e protegge dall'ingiallimento. Naturalmente entrambi i prodotti possono esser usati da soli o come base, per poi applicare uno smalto colorato.
    La prima passata dello smalto della rimmel mi è sembrata quasi essere assorbita dall'unghia, come se non avessi applicato alcuno smalto. Solo alla luce del sole si notavano le sfaccettature sull'azzurro. Ad una seconda passata l'effetto è di uno smalto trasparente con delle leggere perlescenze che si notano quando la luce colpisce le mani. questa è una foto dell'applicazione di due mani dello smalto rimmel
    La scorsa settimana sono stata da Sephora e ... eccola lì la base della Pupa. Mi ero proprio dimenticata di lei anche perchè l'effetto dello smalto rimmel mi piaceva già molto. Ma già che c'ero... perchè non confrontarle.
    Questo è l'effetto dello smalto Pupa, sempre due mani di colore . La foto purtroppo non rende a pieno ma lo smalto pupa è più coprente, è più un bianco lattiginoso. quindi ne risulta una manicure più elegante e ricercata, mentre con quello Rimmel l'effetto è più naturale. A me piacciono entrambi , anche perchè sono tutti e due  resistenti e trovo l'effetto delle iridescenze sull'unghia molto delicato . Voi quale preferite? <a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    "Passione per le due ruote"

    Vi piacciono le moto? Come me appena potete indossare il casco e partite all'avventura? Allora forse vi interesserà sapere che dal 19/6 al 2/11 sul sito http://www.ngmlive.it/ si svolge un concorso a premi ,articolato in tre appuntamenti, dal contenuto molto interessante.
    Possono partecipare al concorso tutti coloro che si sono registrati sul sito http://www.ngmlive.it/ e anche  coloro che sono iscritti a facebook.
    I premi in palio, per la prima estrazione, che avrà luogo entro il 6 /7/2012 , saranno  :
    -per il 1° classificato: 
    nr. 2 pass paddock per intero weekend, validi per vincitore e accompagnatore  + nr.  1 
    SMARTPHONE NGM WINN (le spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico del vincitore) ;
    - per il 2° classificato: 
    Nr. 1 SMARTPHONE NGM WINN: 
    - per il 3° classificato:  
    Nr. 1 MOBILE NGM VOYAGER .
     
    Per la seconda estrazione, che avverrà entro il  7/9/2012 , i premi saranno :
    -per il 1° classificato: 
    nr. 2 pass paddock per intero weekend validi per vincitore e accompagnatore + nr 1 
    SMARTPHONE NGM WINN (le spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico del vincitore) ;
    - per il 2°classificato: 
    nr. 2 accessi tribuna giornata domenica 16/09 validi per vincitore  e accompagnatore + nr  1 
    SMARTPHONE NGM WINN (le spese di viaggio sono a carico del vincitore) ;
    - per il 3° classificato :
    nr. 2 accessi tribuna giornata domenica 16/09 validi per vincitore e accompagnatore (le spese di 
    viaggio sono a carico del vincitore).
     
    Infine per la terza estrazione , che avverrà entro il 2/11/2012 , i premi in palio saranno :
    - per il 1° classificato:
    nr.  2 pass paddock per intero weekend validi per vincitore  e accompagnatore + nr  1 
    SMARTPHONE NGM  EXPLORER (le spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico del 
    vincitore);
    - per il 2° classificato:
    Nr 1 SMARTPHONE NGM EXPLORER ;
    - per il 3° classificato:
    Nr 1 MOBILE NGM VOYAGER
    Tutte le spese di viaggio, vitto e alloggio sono da intendersi a carico dei vincitori. Le spese di 
    spedizione sono a carico della società Promotrice.
     

    lunedì 25 giugno 2012

    Badger a confronto

    Dal sito http://www.eccoverde.com/ ho acquistato due balsami labbra completamente naturali : il Lip balm Tangerine breeze e il Cocoa butter Lip balm Creamy cocoa.Sono entrambi ottimi in quanto idratano intensamente le labbra e applicati con costanza risolvono il problema delle pellicine. Ma veniamo alle differenze.
    Il Lip balm, oltre ad essere esteticamente più piccolo, è morbido, facile da stendere e una volta appicato risulta impalpabile . Il mio ha un tenue aroma di mandarino, molto gradevole.
    Il Cocoa butter è invece più duro e difficile da stendere e occorre ripassarlo più volte per sentirlo sulle labbra. Fatto ciò però risulta più corposo e a mio avviso si sente di più sulle labbra. Ragion per cui io lo preferisco. La mia fragranza è cacao ed è per me più intensa di quella del Lip balm.
    Io preferisco il balsamo più"cicciotto" perchè mi sembra idratare meglio e una volta steso mi dà l'impressione di durare di più ed essere più confortevole. Voi li avete mai usati?<a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    sabato 23 giugno 2012

    Hennè neutro e Amla

    Se digitate su internet "impacco ristrutturante per capelli secchi" molto spesso vi rimandano a commenti, post o video in cui si parla dell'Hennè neutro. La prima volta che ho sentito parlare dell'hennè è stato da mia zia, molti anni fà. Lei ama curare i capelli con metodi naturali e, anche per tingerli, utilizza prodotti da erboristeria. Quindi per me l'hennè era solo uno strano miscuglio, di straniera provenienza, per colorare le chiome. Visto che sono curiosa quindi, quando ho letto dell'uso di questo prodotto per rinforzare e ristrutturare , ho voluto provarlo anch'io. Se i miei capelli potessero parlare... ho versato loro sopra di tutto, dall'uovo al miele, dal cacao al kiwi. Quindi perchè non tentare anche con l'hennè???
    Quello che mi incuriosiva di più era leggere che l'hennè non penetra all'interno dei capelli ma  ne ricopre le squame quindi il diametro degli stessi aumenta e la capigliatura diventa più voluminosa e resistente. Già il termine "più resistente"era per me sufficiente per tentare . :)
    Ho acquistato l'hennè neutro dal sito http://www.ecobelli.com/ , 100gr di prodotto a 5,90 euro.
    Come utilizzare questa polvere? Le ricette su internet sono molteplici. Io ho deciso di mescolare 2 cucchiai di hennè con miele, yogurt e il rosso d'uovo, perchè avevo letto che l'unica controindicazione è che l'hennè tende a seccare un pò la chioma , quindi ho aggiunto elementi a mio avviso idratanti.
    Ho tenuto l'impacco, ben sigillato con la pellicola trasparente e applicato sui capelli asciutti, per 4 ore. Il mio primo tentativo però non mi ha soddisfatto. Avevo le lunghezze particolarmente secche dopo il lavaggio e ho trovato difficoltà a fare la piega. Ma una seconda possibilità non la si nega a nessuno.
    Dopo un mese ho affatto un altro tentativo, aggiungendo stavolta all'hennè ,oltre a miele e yogurt, anche la polvere di Amla, acquistata sempre sullo stesso sito. La polvere di Amla è definita un rimedio naturale molto potente perchè rinforza le radici e aiuta a prevenire la caduta. Ho quindi miscelato due cucchiai di hennè con altrettanti di Amla, yogurt ,miele e acqua calda e ho applicato il composto sui capelli asciutti, cute compresa. Tempo di posa anche stavolta 4 ore.

    Oltre all'odore meraviglioso che l'Amla ha dato al composto e di conseguenza ai capelli , devo ammettere che il risultato è stato molto soddisfacente. Il volume dei miei capelli dopo la piega mi ha stupito, sembravano molto più corposi.E  a differenza della volta precedente erano morbidi morbidi. AL prossimo esperimento :) <a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    Erbe lavanti : tentativo numero 2

    Nonostante il precedente panico da "granelli di sabbia in testa" ho deciso di riutilizzare la Polvere detergente alle erbe per capelli della Khadì, comprata sul sito http://www.ecobelli.com/.
    Avendo i capelli lunghi ho miscelato 4 cucchiai di erbe con dell'acqua bollente, lasciando il composto molto più liquido rispetto alla volta precedente, e ho lasciato riposare il tutto per 15 minuti. Ho versato questa specie di poltiglia su cute e lunghezze precedentemente bagnate e ho efettuato un lungo massaggio. Questo è il momento che già la volta precedente mi era maggiormente piaciuto. Io soffro infatti di un fastidioso prurito e il leggero scrub che si effettua, per la presenza di granelli di diverse dimensioni, mi dà sollievo. A differenza della volta precedente  ho lasciato il composto in posa per mezz'ora , perchè avevo più tempo, e ....meraviglia!!
    Si è irradiata sulla cute una meravigliosa sensazione di freschezza. Come se mi avessero versato in testa della menta. Favoloso!!!
    Ho infine risciacquato a lungo, per eliminare ogni traccia di sabbia. La prima volta mi ero un pò spaventata, temendo di non riuscire a togliere ogni traccia di polvere dai capelli ma, in realtà, la procedura è molto semplice. Basta risciacquare un pò più di un normale shampo. Tutto qui.
    Solo un consiglio : dopo aver applicato il composto non cercate di pettinare i capelli , neppure con le dita. Risultano aggrovigliati e finireste per strapparli. Dopo il risciacquo invece saranno molto morbidi. Stavolta, per testare l'effetto condizionante dell'Alma, presente nell'inci, non ho applicato il balsamo. Ed io ho i capelli ricci e molto crespi. Eppure erano morbidi e districati.
    Mentre scrivo sono già passati 4 giorni dal lavaggio con le erbette e la mia cute per fortuna è serena. Non ho avuto prurito o desquamazione,nè quella sensazione di unticcio che spesso ho provato utilizzando shampo naturali ( non so voi ma io ho i capelli molto secchi, eppure con i prodotti naturali che ho utilizzato mi si sporcavano molto prima).
    Alterno queste erbette allo shampo extravergine della Saponaria, anch'esso adatto a chi come me ha la cute sensibile, e lavo i capelli in media 2 volte alla settimana. Ho un pò paura a dirlo ma penso di aver trovato la mia "cura" per la dermatite. :)<a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    venerdì 22 giugno 2012

    Ricostruzione capelli con cheratina

    Su internet si parla spesso dei prodotti della Hairmed per ricostruire la  struttura della fibra capillare e, avendo io i capelli danneggiati dall'uso continuo di phon e piastre, ho deciso di provarli. Ho acquistato shampo, fluido ricostruttore e maschera dal sito http://www.cheratina.it/ al prezzo di 54 euro. Le opinioni positive su internet non si contano. Ho anche letto di un confronto tra questa e la famosa ricostruzione K-pack della Joico, a favore della prima ,che sarebbe il preparato per la ricostruzione più concentrato quindi il più ristrutturante tra i due. Come non fare un tentativo allora....
    Devo però premettere che, poichè soffro ormai da tempo di dermatite(che curo con l'uso di shampo completamente naturali), ho usato il bagno eudermico volumizzante B6 solo una volta perchè, sebbene non contenga SLES e parabeni e la sua base detergente sia formata da un complesso di tensioattivi che dovrebbero rendere il prodotto delicato sulla cute, mi ha causato sin dal primo lavaggio prurito e desquamazione. Ma non è certo colpa del prodotto; è la mia cute  che ultimamente dà i numeri.
    Premessa doverosa perchè, a differenza di ciò che ho letto, il mio giudizio sul trattamento non è affatto positivo. In cosa consiste questa ricostruzione?
    Il trattamento si svolge in tre fasi:
    -Bagno eudermico volumizzante B6 (si distribuisce il prodotto sui capelli bagnati,come un normale shampo, si massaggia, si risciacqua e si ripete l'operazione se necessario ) ;
    -Fluido ricostruttore R3 (dopo aver parzialmente asciugato i capelli si applica il prodotto ciocca per ciocca, su lunghezze e radici, e lo si lascia sotto una fonte di calore per 20 minuti.infine si risciacqua);
    -Maschera esssenziale N5 (si applica sui capelli lavati e tamponati, distribuendola su lunghezze e punte, la si lascia agire per poi risciacquare abbondantemente).

    Come già detto ho saltato la prima fase, sostituendo il bagno eudermico con uno shampo bio ( quello della Lavera alla rosa) , ho tenuto il fluido in posa per un'ora, senza però usare una fonte di calore (fà già troppo caldo dalle mie parti ), e un'altra ora ho tenuto in posa la maschera( è mia abitudine tenere le maschere in posa per tanto tempo). C'è da dire che la lunghezza del procedimento non mi disturba perchè mi piace ritagliarmi del tempo per me stessa e che i prodotti hanno a mio avviso un buon odore, come di sciroppo alla fragola. Ho ripetuto il trattamento una volta alla settimana per un mese, usando per i lavaggi intermedi i miei prodotti abituali ( impacco pre shampo con un olio, shampo Lavera, balsamo Lavera). Purtroppo ,sin dalla prima applicazione , ho notato i capelli secchi e stopposi, sensazione che non avevo invece nei lavaggi intermedi, e l'effetto si ripresenta ogni volta. Naturalmente può darsi ciò dipenda dalle modifiche che ho apportato ma ,per quanto riguarda lo shampo,non potrei fare diversamente. Peccato... Finirò i prodotti ( lo shampo l'ho regalato a mia madre) ma speravo in risultati diversi.
    La vostra opinione?<a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    Rinforzante per unghie.

    Un mese e mezzo fà ho acquistato da Limoni la base -trattamento nutritivo per unghie GROW RICHER della Essie. Non avevo mai visto lo stand di questa marca, da poco in vendita da Limoni, ma ne avevo sentito parlare spesso. Nell'ultimo periodo le mie unghie si sfaldavano più del solito , nonostante io usassi i guanti e idratassi le mani con costanza. Ho scelto questa base pechè era indicata per unghie secche , proprio come io sentivo le mie. Io la applico da sola, perchè sulle mie unghie non amo mettere lo smalto colorato, ripetendo di solito l'applicazione il giorno dopo. Questo smalto crea uno spesso film sull'unghia, quasi come un gel, e ciò la protegge e la rende più forte.Sulla confezione c'era infatti scritto che nutre, favorisce la crescita e rende le unghie più flessibili.
     Questo è il risultato che ho avuto sulle mie unghie, che di per sè non sono bellissime, ma adesso non si sfaldano e io le sento decisamente più forti di prima.
    Che ne pensate? Avete una base rinforzante preferita?<a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    routine capelli della settimana

    Questa settimana , per lavare i capelli, ho deciso di utilizzare questi prodotti:
    - maschera ristrutturante all'avena della bjobj;
    - shampo extravergine la saponaria;
    - balsamo concentrato attivo della biofficina toscana.


    . La maschera all'avena è indicata per i capelli secchi, fragili e sfibrati, come i miei. Si applica sui capelli asciutti e và massaggiata ciocca per ciocca, in modo che il prodotto si distribuisca su tutta la lunghezza. Ho tenuto in posa questo impacco per 5 ore, perchè il profumo è meraviglioso e la cremina non cola via quindi permette di svolgere tranquilamente qualsiasi attività. Dopo il risciacquo è il momento dello shampo.
    Alla ricerca del "mio" shampo bio stavolta utilizzo lo shampo extravergine della saponaria.Questo shampo è concentrato quindi và diluito molto per evitare che sia aggressivo sulla cute.Il primo shampo bio che ho utilizzato infatti, quello alla rosa della Lavera, mi aveva causato molto prurito, forse perchè non lo diluivo bene.Memore dei precedenti errori adesso verso un cucchiaino di shampo in una bottiglietta d'acqua e procedo con il lavaggio.Questo prodotto é indicato proprio per la cute sensibile e ha un odore molto delicato. Fà abbastanza schiuma e a me dà la sensazione di pulire a fondo.Lo uso già da un paio di settimane e per fortuna non ho avuto il solito prurito nei giorni successivi allo shampo.
    Infine il balsamo. Ho da poco terminato quello alla rosa della Lavera,col quale mi ero trovata bene. Districava i miei nodi e lasciava un buon odore.
    Questo della Biofficina toscana è molto concentrato, quindi ne basta davvero poco. A me l'odore non dispiace e lascia i capelli morbidi e senza nodi.
    Il risultato finale dopo tutto queste coccole? Capelli morbidi e profumati.
    Avete mai usato questi prodotti? Cosa ne pensate?<a href="http://www.bloggeritalia.it/" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    martedì 12 giugno 2012

    Olio di cocco "Akamuti"

    Un altro acquisto fatto dal sito http://www.ecobelli.com/ è stato l'olio di cocco della marca Akamuti, 8,90 euro per 150 gr di prodotto.
    Avete presente il profumo dei solari? Quelli che appena li senti ti immagini in una spiaggia , sdraiata al sole? ecco, quest'olio ha per me il profumo dell'estate. l'odore è davvero delizioso.
     è ottenuto dalla spremitura a freddo e non ha subito alcun processo di raffinazione quindi ha mantenuto intatte tutte le sue caratteristiche.
    Sul sito infatti spiegano che la maggior parte degli oli di cocco in commercio sono stati raffinati.Con questo metodo di lavorazione intensivo si sfruttano le popolazioni e le risorse ambientali di alcune zone del Pacifico.
    L'olio di cocco della Akamuti, invece, proviene da commercio equo solidale quindi, con l'acquisto ,possiamo anche aiutare le popolazioni delle zone colpite dallo tsunami, non solo economicamente ma contribuiamo anche a salvaguardare la loro cultura, la lingua ed il loro ambiente. 
    Il prodotto arriva in un barattolino, ha un bel colore bianco e , a seconda della temperatura, è solido. Adesso, con l'arrivo dei primi caldi, si sta sciogliendo e proprio questo cambiamento è indice della genuinità del prodotto.
    Quali sono le sue proprietà? é risaputo che l'olio di cocco sia molto idratante e nutriente, perfetto quindi per la pelle e i capelli. Stimola il rinnovamento cellulare, ha azione antisettica,protettiva e antiossidante; rinforza la pelle e i capelli;ha un'azione antiforfora e di balsamo naturale.Quindi possiamo utilizzarlo :
    -per idratare la pelle dopo il bagno o la doccia ( gli oli si applicano sempre su pelle bagnata) ,
    -come impacco pre-shampo per idratare le lunghezze,
    -come balsamo,lasciandolo in posa 30 minuti,
    -come struccante,
    - in caso di cute secca o di forfora può essere massaggiato sul cuoio capelluto prima dello shampo.

    Viste queste caratteristiche direi che il prodotto merita .
    Quando l'ho acquistato ho pensato innanzitutto di utilizzarlo come impacco pre-shampo, in aggiunta a miele, yogurt e al tuorlo dell'uovo. i capelli dopo lo shampo erano morbidissimi e, con mio sommo piacere, si sentiva ancora il profumo delizioso del cocco.
    Ho provato anche a struccarmi.Non avevo mai utilizzato gli oli per questo scopo ma devo dire che il trucco si scioglie molto facilmente e il prodotto si lava via subito. avendo io la pelle mista temevo la comparsa di brufoli ma l'olio rimane poco sulla pelle quindi non crea problemi neppure alle pelli sensibili come la mia.
    L'utilizzo che preferisco è però come idratante dopo la doccia.Lo massaggio sulla pelle e questa risulta morbida,profumata ma non unta. Lo uso anche sulle mani. Che altro dire? Lo consiglio!
    <a href="http://www.bloggeritalia.it" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>

    lunedì 11 giugno 2012

    Erbe lavanti per i capelli : tentativo n°1

    Alla ricerca di un rimedio contro la dermatite e il prurito, ho acquistato un mix di erbette lavanti dal sito ecobelli, al costo di 8,90 euro.
    Il prodotto, Polvere detergente alle erbe per capelli della Khadì, viene così descritto :
    "questo mix di erbe, frutti e fiori deterge delicatamente i capelli e il cuoio capelluto,ne stimola la crescita e nutre le radici. la sua straordinaria dolcezza e la formulazione 100% naturale e senza conservanti lo rende adatto anche per i capelli e le pelli più sensibili come quelle dei bebè e per chi soffre di allergie.  "
    La confezione è di 150 gr e viene riportata una scadenza di 12 mesi.

    Compongono questo mix: reetha,  shikakai, amla,bansa, bhringaraj,neem,tulsi,bockshornklee,henna,zitrone,hibiskus,jamun e mango.

    UTILIZZO :
    in una ciotola ho mescolato 4 cucchiai di polvere ad un infuso di camomilla( a scelta và bene anche della semplice acqua calda), fino ad ottenere un impasto cremoso.
    L'ho lasciato riposare 5 minuti , ho bagnato i capelli e ho versato il composto su cute e capelli , massaggiando a lungo. Infine ho lasciato il tutto in posa per 15 minuti.
    Il risciacquo è stato lungo, molto più di quello dovuto ad un normale shampo, per eliminare ogni traccia del composto. Avendo io i capelli molto secchi e crespi ho applicato anche balsamo e maschera, ma si può non farlo perchè i capelli risultano già molto morbidi e leggeri dopo il risciacquo.

    OPINIONI:
    Prima dello shampo avevo applicato,solo sulle lunghezze, un impacco di oli perchè, come ho già detto, ho i capelli molto secchi e nutrirli è la mia priorità. Una delle mie paure era proprio il non riuscire ad eliminare l'olio e ritrovarmi poi con i capelli unti . Non è stato così.
    Appena versato sulla cute il composto mi è sembrato difficile da massaggiare ma è stato un mio errore; dovevo rendere la consistenza più cremosa aggiungendo ancora dell'infuso. La prossima volta starò più attenta. Passato il panico da "terra nei capelli" il massaggio del composto sulla cute è stato piacevole perchè i piccoli granelli  di polvere permettono di effettuare un leggerissimo scrub e il lavaggio non è stato difficile.
    Unica pecca, a mio avviso, l'odore , che non mi fà impazzire. Spero diventi meno persistente a lungo andare. 
    Vi farò sapere le mie ulteriori  impressioni nei prossimi post.
    A presto.

    <a href="http://www.bloggeritalia.it" target="_BLANK"><img src="http://www.bloggeritalia.it/gestione/stats/banner.php?idblog=2384&idblogger=1957" /></a>